Dolomiti Patrimonio Unesco Alexander Molveno Trentino

Dolomiti patrimonio dell’Unesco

Il riconoscimento corona un lungo cammino

Le Dolomiti di Brenta, uno dei tesori naturali più preziosi del nostro pianeta, sono state riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Questo straordinario riconoscimento conferma la straordinaria bellezza paesaggistica e la ricchezza ecologica di questa regione montuosa situata nel cuore delle Alpi italiane. Un viaggio attraverso le Dolomiti è un’esperienza unica, un’immersione nella maestosità della natura e nella storia geologica del nostro pianeta.

Dolomiti di Brenta Trentino ALexander

Da luglio 2009 UNESCO Natural Heritage

Il 26 giugno 2009, a Siviglia, l’Unesco ha decretato l’inserimento delle Dolomiti nel patrimonio naturale mondiale dell’Umanità. Il riconoscimento corona un lungo cammino, di oltre quattro anni, che ha sancito lo straordinario valore paesaggistico e naturalistico delle “montagne più belle del mondo”.

A Siviglia, dopo la relazione illustrativa del proponente delegato dall’Union for Conservation of Nature (Iucn), gli interventi di approfondimento dell’ambasciatore italiano all’Unesco e la discussione da parte dei 21 componenti del World Hermitage Comittee (Whc), la candidatura delle Dolomiti ha finalmente trovato accoglimento pieno.

I nove gruppi dolomitici Mappo dei 9 gruppi dolomitici– Pelmo-Croda da Lago, Marmolada, Pale di San Martino-San Lucano, Dolomiti Bellunesi, Dolomiti Friulane e d’Oltre Piave, Dolomiti Settentrionali, Puez-Odle, Sciliar-Catinaccio- Latemar, Bletterbach e Dolomiti di Brenta – hanno ottenuto il riconoscimento dall’organizzazione delle Nazioni unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura come bene seriale per la loro eccezionalità geologica e paesaggistica. Da oggi essi sono iscritti nella lista dei beni naturali dell’Unesco e dovranno sottostare a precise regole di tutela e di valorizzazione.

verifica disponibilità

Check-in

Check-out

Trattamento

Verifica disponibilità